Sondaggio “Milano oggi, domani e dopodomani”: ecco i risultati.

Durante il convegno dello scorso 4 ottobre per la presentazione della ricerca "Residenziale a Milano: mercato immobiliare e trend emergenti" (edizione 2017) realizzata dal Centro Studi Sigest, abbiamo avuto il piacere di far partecipare i presenti ad un sondaggio  “Milano oggi, domani e dopodomani” .
Sigest_Residenziale_Convegno2017

Durante il convegno dello scorso 4 ottobre per la presentazione della ricerca “Residenziale a Milano: mercato immobiliare e trend emergenti” (edizione 2017) realizzata dal Centro Studi Sigest, abbiamo avuto il piacere di far partecipare i presenti ad un sondaggio  “Milano oggi, domani e dopodomani” .

Il sondaggio ci ha permesso di rilevare il sentiment della città driver italiana del mercato immobiliare e immaginare così i prossimi scenari futuri.

Circa il 70% dei partecipanti ha compilato il nostro questionario, e oggi non possiamo che ringraziarli per il loro prezioso contributo e condividere quanto raccolto.

1 – Brexit può rappresentare veramente un trampolino per Milano?

1 – Brexit può rappresentare veramente un trampolino per Milano v2La risposta è stata decisamente positiva (84%), contro un debole pessimismo (15%).

L’input a questa onda di ottimismo è da ricercare nel contesto che stiamo vivendo e dall’attenzione mediatica che il mercato immobiliare milanese sta ricevendo oltre al dibattito aperto sul fronte EMA e  EBA (il 64% di chi ha risposto “si” ritiene che determinerà un maggior dinamismo nel mercato terziario con il trasferimento di aziende, istituzioni e banche). Il 20% prevede un maggiore afflusso di investimenti nella città meneghina e un ruolo ancora più importante nella finanza, il 10 % prevede un generalizzato effetto positivo nell’ambito delle opportunità di lavoro e del miglioramento vita.

Chi ha risposto “no” è diviso equamente tra chi è convinto che lo sviluppo di Milano sia autonomo e non determinato da cause esogene (50%) e chi crede che nonostante l’opportunità, la Città non sarà in grado di trarre beneficio in quanto la concorrenza mondiale non darà margini di crescita significativi anche per la mancanza di adeguate infrastrutture.

2 – La trasformazione di Città Studi: quale futuro per l’area dopo il trasferimento dell’Università e del polo ospedaliero?

La vocazione “misto residenza e uffici” è quella più gettonata (64%), quella “mix a uso pubblico / amministrativo rappresenta la seconda destinazione (20%), qualche intervistato propone altre funzioni (studentato e cultura/ musei).

2 – La trasformazione di Città Studi- quale futuro per l’area dopo il trasferimento dell’Università e del polo ospedalierov2

3 – Quali sono le criticità che non permettono l’affermarsi della locazione residenziale come un nuovo asset class?

Aspetti fiscali e gestione critica della morosità sono le principali problematiche ravvisate dagli intervistati (circa 50%). Seguono aspetti tecnici quali mancanza di prodotto o di servizi per la gestione degli asset (12%). Una quota significativa (22%) non si esprime a riguardo.

4 –Navigli: come valuta l’ipotesi della loro riapertura?

4 –Navigli- come valuta l’ipotesi della loro riaperturav2Al centro del dibattito contemporaneo, questo tema vede un chiaro schieramento: il 67% considera la questione come “valore aggiunto” per Milano, il 29% pone l’accento sulle possibili criticità “lavori invasivi e costosi per la città”. Il 4% considera gli aspetti complementari, come fossero i due lati della stessa medaglia.

Milano cambia, si evolve e noi tutti abbiamo la possibilità di essere parte di questo incredibile processo. L’impatto finale del cambiamento si determina dal valore aggiunto delle diverse iniziative in atto sul territorio urbano per la comunità tutta. Costatare quanto sia unanime la visione di un futuro di possibilità volte ad arricchire la città e chi la abita è una spinta propulsiva per tutti noi verso il miglioramento e la massimizzazione del nostro impegno.

Enzo Albanese, CEO Sigest S.p.A.

Leave a Comment

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]