Il mercato residenziale del primo trimestre 2017: dove va l’Italia?

Qual è la situazione del mercato immobiliare italiano al momento? Quali andamenti si sono delineati per il primo periodo del 2017? Grazie ai dati acquisiti dall’Agenzia delle Entrate secondo un’elaborazione dell’OMI pubblicata nel giugno scorso, sono emersi statistiche e trend relativi al primo trimestre dell’anno. Il documento di quest’anno è stato strutturato seguendo nuove metodologie per ottimizzare la raccolta, l’interpretazione e la stesura dei dati, e secondo un Decreto Legislativo del 2016, la nota è ora stilata separando non residenziale e residenziale.
pexels-photo-208213.jpeg

Qual è la situazione del mercato immobiliare italiano al momento? Quali andamenti si sono delineati per il primo periodo del 2017? Grazie ai dati acquisiti dall’Agenzia delle Entrate secondo un’elaborazione dell’OMI pubblicata nel giugno scorso, sono emersi statistiche e trend relativi al primo trimestre dell’anno. Il documento di quest’anno è stato strutturato seguendo nuove metodologie per ottimizzare la raccolta, l’interpretazione e la stesura dei dati, e secondo un Decreto Legislativo del 2016, la nota è ora stilata separando non residenziale e residenziale.

Ecco un riassunto delle informazioni principali riguardanti proprio il residenziale, con i dati principali per strutturare la visione sull’andamento del mercato fino ad ora.

Trend generali

Partiamo innanzitutto dalle cifre generali: nel primo trimestre del 2017 sono state compravendute 122 mila abitazioni, 10 mila in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Questo si traduce in 12,8 milioni di metri quadri di superficie oggetto di compravendita (+ 9,8% rispetto all’anno precedente) e conferma il trend positivo avviato dal 2014. Questi dati infatti si avvicinano a quelli osservati prima della diminuzione drastica registrata nel 2012.

paris-1309397_1920

La distribuzione delle compravendite sul territorio

A livello geografico, sono state le Isole a mostrare il tasso di variazione più elevato, +11,9%, seppure riferito al più basso numero di scambi, circa 11 mila. Al Nord sono state compravendute circa 42 mila abitazioni per una crescita del 10%, al Centro si parla di un rialzo dell’8% con 25 mila abitazioni e infine al Sud gli scambi sono saliti del 5,1%, con 21 mila unità compravendute. La differenza riscontrata fra le aree geografiche si assottiglia quando si parla di comuni capoluogo e non capoluogo, dove l’aumento delle compravendite si assesta rispettivamente a + 8,7 nei capoluoghi e +8,6% nei comuni minori. I risultati appaiono più diversificati nella ripartizione per aree geografiche con i capoluoghi del Centro che mostrano un rialzo quasi doppio di quello dei restanti comuni (+10,2% rispetto a +5,9%).

La superficie delle proprietà compravendute

Entrando nello specifico della superficie, quella media dell’abitazione compravenduta nel primo trimestre 2017 è pari a circa 105 m2, 1 m2 in più rispetto al dato dello stesso trimestre del 2016.

La distribuzione delle compravendite secondo questo criterio è ripartita come segue: nel Nord Est, nel Sud e nelle Isole gli acquisti di abitazioni di dimensioni oltre i 115m2 hanno superato un terzo del totale. Al Centro e nel Nord Ovest oltre un terzo delle abitazioni scambiate ha una dimensione compresa tra 50m2 e 85m2. Solo al Sud e nelle Isole le abitazioni più piccole, fino a 50 m2, hanno superato il 10% della quota degli acquisti. Da un punto di vista di tendenze, i tassi riferiti al primo trimestre 2017 rispetto all’omologo trimestre del 2016 risultano crescenti nel passare da abitazioni più piccole, dove il rialzo è stato del 6,7%, a proprietà più grandi, oltre i 145 m2, con una crescita del 12%. A seguire questo andamento sono state le aree del Nord Ovest e del Sud.

L’informazione principale che si può estrapolare da questa analisi è senz’altro quella di un mercato in crescita, che continua e prolunga il trend positivo avviato nel 2014 con prospettive interessanti per i prossimi mesi. La casa italiana compravenduta oggi è mediamente più grande, e il mercato è dinamico, seppur in misure differenti, su tutto il territorio del paese.

Leave a Comment

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]