Indagine FIMAA MIMB sull’outlook 2017. Cosa aspettarci dal nuovo anno?

Con la conclusione del 2016 arriva anche l’analisi di FIMAA Milano Monza & Brianza, il Collegio Agenti d’Affari in Mediazione delle relative province, del pre-sentiment sul mercato immobiliare per il 2017. A Milano il 2016 si chiude in maniera positiva, più vivacemente rispetto all’anno precedente, registrando trattative più veloci, tempi medi di vendita più contenuti e più casi e appuntamenti per lo stesso immobile.
shutterstock_254190541

Con la conclusione del 2016 arriva anche l’analisi di FIMAA Milano Monza & Brianza, il Collegio Agenti d’Affari in Mediazione delle relative province, del pre-sentiment sul mercato immobiliare per il 2017. A Milano il 2016 si chiude in maniera positiva, più vivacemente rispetto all’anno precedente, registrando trattative più veloci, tempi medi di vendita più contenuti e più casi e appuntamenti per lo stesso immobile.

Inoltre, i fatturati delle agenzie immobiliari chiudono in aumento, secondo quasi il 70% del campione degli agenti immobiliari FIMAA Milano, Monza & Brianza. L’anno corrente ha evidenziato dei prezzi ancora stabili, ma per il 2017 la domanda potrebbe portare ad un aggiustamento verso l’alto, soprattutto per gli immobili di maggiore qualità. Significative le parole di Enzo Albanese, presidente di FIMAA Milano Monza & Brianza: “Caratteristica imprescindibile per l’immobile di oggi è la qualità. – commenta – […] La qualità è l’unica garanzia di durata dell’investimento nel tempo e sarà sempre più il driver del futuro.” Il segnale di una maggiore richiesta è confermato anche dalla minore trattabilità dei prezzi degli immobili, che emerge dagli atteggiamenti degli acquirenti, che preoccupati di “perdere l’affare” affittano con prezzi più adeguati all’offerta.

Riguardo il mercato della compravendita per Milano città, le previsioni per il 2017 sono di una domanda vivace, seppur non ai livelli del 2016 che si attestava oltre i 22 punti percentuali a Milano città e intorno ai 20 punti nei comuni della Provincia. Sotto questo punto di vista il 2017 dovrebbe vedere un lieve calo, con una crescita pari al +19,9 a Milano città.

Il mercato della compravendita nell’area metropolitana riporta dei prezzi stabili, in alcuni casi anche tendenzialmente al ribasso. La domanda nel 2016 ha spinto le compravendite ad aumentare del +16% rispetto all’anno scorso, prospettando un 2017 in cui è ipotizzabile una crescita del +17,4% nei Comuni minori dell’area Metropolitana.

Nel quadro del mercato di locazione, la domanda a Milano città nel 2016 è stata qualitativamente alta, e ha visto un mercato stabile nel quale secondo il 57% degli agenti immobiliari si sono stipulati più contratti che nel 2015; gli immobili cercati sono prevalentemente bilocali e trilocali. Per quanto concerne lo stesso mercato nell’area metropolitana, si è osservata una domanda dinamica, con un target rappresentato per lo più da giovani coppie con difficoltà ad accendere un mutuo per l’acquisto.

In conclusione, anche alla luce della nota sull’andamento del mercato immobiliare nell’ultimo trimestre (link articolo terzo trimestre), il quadro dipinge una crescita in tutte le aree del Paese, con le regioni del Nord in testa, nonostante il leggero calo se paragonato al trimestre precedente. Milano stessa mostra un buon tasso di crescita, +23,9%, insieme ad un +19% della Provincia. Con queste premesse le aspettative per il 2017 sono di un consolidamento della dinamicità dei volumi. Da non sottovalutare le incognite che l’anno nuovo porterà con sé, da considerare come anno di “transizione”, a conseguenza dei fattori esterni al mercato che ne potranno condizionare l’andamento, dal punto di vista degli investimenti e dell’acquisto della casa.

 

Leave a Comment

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]