Fidarsi delle agenzie immobiliari? Ecco cosa ne pensano gli italiani

pexels-photo-70292

A fronte della ripresa del mercato immobiliare in Italia, c’è anche un dato incoraggiante sulla fiducia nei confronti delle agenzie immobiliari per condurre il processo di vendita/acquisto. È quanto emerge dall’indagine Tecnoborsa 2016 a cura del CSEI, Centro Studi sull’Economia Immobiliare, condotta per il dodicesimo anno consecutivo. 

Per chi compra

Nel biennio 2014-2015, l’arco temporale su cui si concentra la ricerca elaborata quest’anno, il 61,3% degli italiani che hanno comprato casa ha dichiarato di essersi rivolto ad un’agenzia per la ricerca dell’immobile: si tratta di un valore senza precedenti nell’indagine, condotta dal 2004. Ma ancora più significativa è l’analisi dei motivi che portano a scegliere di non affidarvisi. Vediamoli assieme.

È ancora il costo delle commissioni a far propendere per altre soluzioni, come certifica il 51,5% degli intervistati: una percentuale maggioritaria ma in netto calo rispetto all’indagine del 2014. E questo porta al dato più interessante: è cresciuta vistosamente la percentuale di chi lamenta scarsità di servizi e competenze offerte dagli agenti immobiliari (parliamo del 30,8% degli intervistati), il che significa che sono cresciute le esigenze dei clienti, è aumentata la loro competenza in materia e di conseguenza anche la richiesta di professionalità da parte del consulente esperto. Il cliente è pronto a pagare anche prezzi alti pur di avere un aiuto concreto nella ricerca dell’immobile. Evidente quindi appare il “travaso” tra la diminuzione della percentuale precedente e l’aumento di quella appena esposta. C’è bisogno di grande professionalità e competenza da parte delle agenzie immobiliari per accompagnare la ripresa, offrendo un supporto specializzato e rigoroso, al passo con la crescita del compratore e la diversificazione del mercato dell’immobile. In particolare, come suggerisce Enzo Albanese, CEO di Sigest -l’Agente deve farsi a tutti gli effetti Consulente, uscire temporaneamente dalle competenze immobiliari in senso stretto per abbracciare una visione più estesa dei bisogni del compratore-.

Chiude la catalogazione delle motivazioni il 17,23% degli intervistati, che si è espresso criticamente nei confronti dell’abbondanza di soluzioni proposte dalle agenzie.
L’indagine si è interessata anche di un altro aspetto: da dove il compratore è venuto a conoscenza dell’immobile di cui ha poi perfezionato l’acquisto. L’agenzia immobiliare ricopre il 28,3% dei canali di vendita secondo il campione, un dato che non vede sostanziali differenze rispetto agli anni passati. Ciò che va invece messo agli atti è una netta diminuzione della quota maggioritaria, il passaparola, in favore degli annunci internet (14,9%). Tuttavia di questa quota più di due terzi degli intervistati hanno di fatto visionato un annuncio inserito da un’agenzia immobiliare; a ben guardare quindi, anche questo dato testimonia una rinnovata fiducia nei confronti delle agenzie.  
Per chi vende

Spostandosi dal lato dell’acquisto al lato della vendita, si osserva la medesima tendenza. Il 63,9% delle famiglie che hanno venduto un immobile si sono rivolte all’agenzia immobiliare, facendo anche in questo caso registrare un record positivo. Tra chi non si è avvalso dei servizi dei professionisti, anche in questo caso la ragione principale è il costo elevato (51,2%, percentuale crollata rispetto agli anni scorsi), la scarsità della qualità di consulenza invece si alza al 24%.

Il dato è qui ribadito: fondamentale per le agenzie immobiliari è una comunicazione di rinnovata e maggiore qualità, e la diversificazione dei servizi offerti, per poter diventare un punto di riferimento per chi acquista e vende non solo durante il processo di acquisto, ma nei momenti precedenti e successivi a un passo fondamentale per la vita di una famiglia, che necessiterà di una consulenza man mano che, con il passare del tempo, cambierà esigenze e desideri.

Leave a Comment

NEWS

Tramonto Maldive

Buone vacanze da Sigest!

” A man travels the world over in search of what he needs and returns home to find it.” George Moore, celebre letterato irlandese dello scorso secolo, attraverso questa citazione […]