Come cambiano le case contemporanee: nuove esigenze, nuovi spazi

Evolvono gli stili e le tendenze architettoniche, e di pari passo cambia la concezione degli spazi all’interno della propria abitazione. I singoli ambienti si trasformano, e si adattano sempre più alle esigenze dei suoi inquilini: ecco i trend emersi dall’indagine del Centro Studi Sigest, “I nuovi trend dell’abitare e il mercato residenziale a Milano”.
dining-1809845_1280

Evolvono gli stili e le tendenze architettoniche, e di pari passo cambia la concezione degli spazi all’interno della propria abitazione. I singoli ambienti si trasformano, e si adattano sempre più alle esigenze dei suoi inquilini: ecco i trend emersi dall’indagine del Centro Studi Sigest, “I nuovi trend dell’abitare e il mercato residenziale a Milano”.

Come cambia il layout della cucina

stove-top-1597026_1280

 

Uno degli ambienti in maggiore trasformazione è proprio la cucina. È senza dubbio il luogo più vissuto della casa, quello in cui si passa dalla convivialità alla cura di sé, fino al gioco. Gli elettrodomestici intelligenti sono sempre più diffusi, immersi in uno spazio dove le superfici si fanno più ampie; tutto è arredato con attenzione seguendo le ultime tendenze in campo di design. Si distinguono tre tipi differenti di cucina, a seconda delle sue caratteristiche:

  • Se lo spazio della cucina prevede solo l’ambiente per la preparazione dei cibi, e non la consumazione, si tratta di una piccola cucina, detta anche “cucinotto”. Peculiarità di questo ambiente è quella di tenere gli spazi “sporchi” (in termini visivi e di odori) separati dagli altri locali.
  • Se è possibile preparare i cibi e consumarli nel medesimo ambiente si parla di cucina “abitabile” o di “cucina a vista” (angolo cottura). Nella cucina a vista è prevista la zona di preparazione cibi, quella del loro consumo e uno spazio living. L’angolo cottura solitamente è una cucina a vista molto ridotta.

Il bagno è sempre più spazioso 

tub-bathroom-luxury-interior-style-design-wallpaper_bathroom-wall-papers_bathroom_bathroom-vanities-with-tops-tile-decor-storage-cabinets-makeovers-lighting-bathrooms-ikea

Il bagno è il luogo della cura e del benessere della persona, sempre più centrale nella società di oggi: la conferma arriva sia dal numero dei locali per ogni appartamento che dalle metrature, entrambi parametri in aumento tra le richieste della clientela. È ormai consueto che nella stessa abitazione vi sia un bagno per gli ospiti ed uno per coloro che ci abitano, se non addirittura quello dedicato alla camera matrimoniale. La vocazione al fitness di questi spazi e non alla funzione di servizio (termine spesso usato come sinonimo dello stesso bagno) è ad esempio palesata dalla tendenza a non inserirvi attrezzature, quali la lavatrice, sempre più spesso collocate in luoghi dedicati o all’interno di specifiche armadiature in disimpegni e corridoi, laddove esista la superficie necessaria.

Passare il giorno nella zona notte 

apartment-1966535_1280

È da sempre la parte più riservata e intima della casa, e si identifica con la camera matrimoniale e quella dei figli. Negli ultimi anni è emersa la tendenza ad aumentare lo spazio dedicato a queste ultime poiché divengono ambienti polivalenti dove studiare, passare il tempo libero e incontrare gli amici. Anche la tradizionale camera matrimoniale (stanza con letto e armadio) si trasforma strutturandosi come un luogo con cabina armadio e, dove possibile, con proprio bagno dedicato.

Il soggiorno come spazio modulare

Anche le trasformazioni in atto in questo ambiente della casa sono molto legate alla metratura, rendendole teatro di tendenze differenti. Se la dimensione lo consente la disposizione planimetrica più versatile consiste nel concepire i singoli ambienti separati (sala da pranzo, cucina, salotto) ma facilmente collegabili attraverso porte scorrevoli che, come delle “quinte teatrali” possono scomparire modellando lo spazio in base alle esigenze di chi li abita.

Spazi esterni e spazi condominiali 

imgpsh_fullsize5

Un capitolo a parte riguarda gli spazi esterni (di proprietà) e quelli comuni del condominio.

I primi sono molto utilizzati durante la bella stagione, quasi come un prolungamento dello spazio domestico, meglio se posizionati vicino alle zone cucina e living.

Riguardo i secondi, lo sviluppo verticale delle abitazioni condominiali ha portato una perdita di socializzazione fra i suoi abitanti; l’inserimento di luoghi a piede edificio che prevedano sia spazi per il tempo libero che a supporto delle nuove esigenze abitative e lavorative (smart working) rappresentano una reale richiesta. Questi ambienti rivestono un ruolo strategico, pertanto devono essere frutto di un’attenta progettazione di qualità che favorisca la fruizione degli abitanti.

Ciò che emerge da tutte queste considerazione sui nuovi trend dell’abitare è una ricerca del comfort accompagnato a soluzioni di design d’effetto e accattivanti, senza tralasciare la praticità e la funzionalità degli spazi. Le tendenze cambiano, ma si plasmano intorno alle esigenze dei suoi abitanti, e questa resta l’unica nota costante.

Leave a Comment

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]