Gli italiani tornano a comprare casa

Gli italiani tornano a investire i propri risparmi sul mattone. I tassi d’interesse ai minimi storici e l’alta volatilità dei mercati, infatti, spingono i risparmiatori a mantenere i propri soldi liquidi, perché non vengono erosi da un’inflazione sotto zero, o a comprare case, per i mutui ai minimi storici.

Gli italiani tornano a investire i propri risparmi sul mattone. I tassi d’interesse ai minimi storici e l’alta volatilità dei mercati, infatti, spingono i risparmiatori a mantenere i propri soldi liquidi, perché non vengono erosi da un’inflazione sotto zero, o a comprare case, per i mutui ai minimi storici.

È quanto emerge dall’Indagine sul Risparmio e sulle scelte finanziarie degli italiani 2016 del Centro Einaudi e di Intesa Sanpaolo, per la quale sono state realizzate interviste su 1011 famiglie fra gennaio e febbraio 2016.

La tendenza dei risparmiatori non dovrebbe essere destinata a cambiare, se nei giorni scorsi l’Associazione bancaria italiana ha fatto sapere che a giugno i tassi sui mutui hanno aggiornato i minimi record, al 2,21%, e la Bce ha ribadito che il costo del denaro resta pari a zero.

Secondo l’indagine, i piccoli investitori preferiscono mantenere il denaro liquido, il 32%, o scelgono l’immobiliare, con il 29% che considererebbe l’acquisto di una casa per sé e il 20% un immobile da dare in affitto. Solo una parte ridotta del campione di piccoli investitori, l’8%, reagirebbe aumentando l’esposizione rischiosa.

“La lunga crisi si è consumata, ne siamo fuori. C’è una crescita, anche se la vorremmo più robusta e ora siamo nella terra inesplorata dei tassi negativi”, ha detto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros-Pietro, commentando l’indagine.

Vuoi saperne di più? Clicca qui!

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]