Investire nel mattone: le ultime tendenze

Il mercato immobiliare italiano sta cominciando ad apparire sempre più appealing agli occhi dei potenziali investitori. Merito anche delle nuove forme dell’abitare che si stanno radicando nelle nostre città. Enzo Albanese, CEO di Sigest, intervistato da OF – Home, spiega quali saranno i nuovi scenari del mondo del mattone e le nuove prospettive d’investimento.

Il mercato immobiliare italiano sta cominciando ad apparire sempre più appealing agli occhi dei potenziali investitori. Merito anche delle nuove forme dell’abitare che si stanno radicando nelle nostre città. Enzo Albanese, CEO di Sigest, intervistato da OF – Home, spiega quali saranno i nuovi scenari del mondo del mattone e le nuove prospettive d’investimento.

Nel 2015-2016 il numero delle transazioni residenziali è gradualmente aumentato. Il 2016 si è chiuso con un totale di 530mila transazioni a livello nazionale. E l’interesse degli italiani ad acquistare è ripreso in maniera significativa” afferma Albanese.

 

Le zone dove si concentra il maggior numero di compravendite sono soprattutto le grandi città, Milano e Roma in testa, seguite da altre importanti località turistiche come Firenze e Venezia, con rendimenti che arrivano anche al 5% lordo.

 

Milano, in particolare, è l’apripista di tutta una serie di nuove tendenze immobiliari, come dimostrano i casi dei nuovi quartieri di Porta Nuova e Citylife, che hanno attirato innumerevoli investitori internazionali. Tuttavia, Albanese ritiene che “il mercato del nuovo non è l’unico da considerare. Non possiamo consumare altro suolo, ma riqualificare un patrimonio ormai obsoleto. Anche per le mutate esigenze di quello che è lo spazio delle unità immobiliari. Il 45% dei nuclei familiari a Milano è composto da una sola persona.

 

Nello specifico, queste ultime tendenze riguardo “le case del futuro” consistono ad esempio nella creazione di spazi condominiali ampi e accoglienti al fine di favorire una maggiore socializzazione fra gli abitanti. Da menzionare anche un crescente interesse verso il fenomeno del senior living che Albanese definisce come una serie di “abitazioni condominiali che includeranno tutta una serie di servizi aggiuntivi, spazi comuni e amenities specificatamente pensati per la popolazione senior. In Francia e a Londra già ci sono alcuni esempi, e credo che in futuro anche da noi questo business prenderà piede. Soprattutto perché in futuro parleremo di mercati della casa e non di mercato della casa.”

 

Lo scenario sembra dunque promettente e le speranze riposte nelle nuove forme dell’abitare sono tante. Sarà dunque interessante capire quali nuovi tendenze si verranno a sviluppare negli anni a venire e, soprattutto, come e se gli investitori italiani sapranno approfittarne.

 

 

 

 

 

Leave a Comment

NEWS

Milano

Milano vista da fuori il punto di vista del Times

Milano oggi, in questo 2018 che inizia, appare più compatta, evidenza che ciascuna scelta è sempre frutto di un lavoro di pesi e contrappesi. Questa consapevolezza comincia finalmente a diffondersi […]
163112306-f3287a0c-fb13-4280-9c1e-5fd0341c4611

La nuova vita di Expo

Expo è stato uno dei più importanti eventi ospitati sul suolo italiano negli ultimi anni ed ora, a due anni dalla sua chiusura, l’area su cui è sorto è pronta […]