Locali trendy a Milano: le nuove aperture che riqualificano ex zone industriali

Locali e riqualificazione urbana: due mondi apparentemente distinti, in realtà collegati a doppio filo. Milano fornisce un buon esempio di riqualificazione grazie anche ai locali notturni collocati in quelle che erano un tempo zone industriali, poi aree in disuso, e ora centri della movida milanese che fanno parte di una strategia di rigenerazione urbana della città. Come? Scopriamolo insieme.
image(2)
Locali e riqualificazione urbana: due mondi apparentemente distinti, in realtà collegati a doppio filo. Milano fornisce un buon esempio di riqualificazione grazie anche ai locali notturni collocati in quelle che erano un tempo zone industriali, poi aree in disuso, e ora centri della movida milanese che fanno parte di una strategia di rigenerazione urbana della città. Come? Scopriamolo insieme.

La riqualificazione urbana si ottiene mediante l’accurata pianificazione di un risanamento che arrivi al cuore di una città ricostruendola dall’interno, ricomponendola e rendendola nuovamente vivibile, visitabile, e produttiva. Riqualificare un’area significa prendere in considerazione ogni aspetto legato all’urbanistica ed includere tutto ciò che può essere rilevante per il recupero della città, non solo dal punto di vista architettonico ma anche della qualità della vita.

Si riqualifica partendo
dai servizi, dalle infrastrutture, dall’ambiente, e, perché no, dalla vita notturna. L’apertura di nuovi locali può infatti essere il trigger per la rivitalizzare l’attività culturale e sociale di un quartiere, e Milano ci porta l’esempio dei locali post-industriali: pub, ristoranti, discoteche e spazi di aggregazione con sede in ex fabbriche, officine o depositi. Non solo questi centri permettono di ridare una funzione ad edifici dismessi o in rovina, ma possono avere un impatto per i contesti in cui sono localizzati.

Ecco alcuni fra i locali post-industriali
di Milano, diversissimi per natura e attuale impiego ma tutti attualmente di grande tendenza.
  1. Impronta Birraia Hibu
Situato nell’ex quartiere operaio dove sorgeva la fabbrica della Richard Ginori, questo brew pub, recuperato con un accurato lavoro di ristrutturazione, trasmette con fascino un’atmosfera artigianale inserita in un contesto industriale. I due mondi si uniscono e si scostano in un’alternanza efficace, che attira gli amanti della birra di qualità e di ambienti originali. La grande cura nell’arredo e l’offerta di specialità gastronomiche rendono questo locale un punto di incontro strategico fuori dalla tradizionale zona Navigli.
  1. John Barleycorn
Questo locale inaugurato lo scorso anno si trova a nord-est del centro di Milano, ex capannone industriale trasformato in una birreria artigianale che offre a menù una vasta scelta con birre di alta qualità e ottimi piatti, ed ospita al suo interno anche uno studio di registrazione strizzando l’occhio ai musicisti emergenti. L’ambiente è arredato in stile post-industriale, con il tocco accogliente dei colori caldi usati per i complementi; il locale attira appassionati della musica e della buona birra, unendo i due mondi in modo originale e genuino con performance live e un menù molto interessante.
  1. HangarBicocca e Dopolavoro Bicocca
Il primo è un centro culturale, il secondo un bar-ristorante. Situato a nord della città, questo ex complesso industriale del primo 900 è ora il simbolo di un intero quartiere rigenerato. Gli spazi dell’Hangar ospitano mostre di arte contemporanea ed eventi culturali di varia natura, mentre nell’area di ristoro si possono gustare spuntini o organizzare pranzi e brunch, in un contesto che ha ancora sfumature industriali ma è arredato con gusto moderno.
 
image(3)

 

L’utilizzo di strutture post-industriali per la ristorazione, l’intrattenimento e la cultura può essere quindi un modo per recuperare edifici dismessi e trasformarli in originali luoghi di aggregazione che possano anche dare un contributo positivo al contesto urbano in cui si trovano.

Leave a Comment

NEWS

05_milano_nuove_architetture

Archistar a Milano firmano nuovi edifici gioiello

Negli ultimi anni, Milano è stata al centro di una straordinaria rivoluzione dal punto di vista architettonico, con un fortissimo slancio verso la modernità di cui i grattacieli di Porta […]
contrato-compraventa-vivienda1

Legge sulla concorrenza nel mercato immobiliare

Lo scorso 29 agosto è entrata in vigore la legge concorrenza (la n.124/2017) che si inserisce nelle trattative di compravendita immobiliare con un’opzione che potenzialmente potrebbe mettere in difficoltà soprattutto […]