L’estate in casa a Milano: come climatizzare l’abitazione senza cadere in falsi miti

Più ore di luce, più voglia di vacanza e… più caldo. Questa è l’estate, ormai giunta dopo una primavera dalle temperature basse e dal tempo mutevole. Per chi trascorrerà la maggior parte della stagione a casa, è tempo di equipaggiarsi: gli abitanti di città come Milano sanno bene che le temperature estive nelle grandi metropoli sono torride e soffocanti, non c’è modo di sfuggire alla calura senza un buon condizionatore.
pexels-photo-273234.jpeg

Più ore di luce, più voglia di vacanza e… più caldo. Questa è l’estate, ormai giunta dopo una primavera dalle temperature basse e dal tempo mutevole. Per chi trascorrerà la maggior parte della stagione a casa, è tempo di equipaggiarsi: gli abitanti di città come Milano sanno bene che le temperature estive nelle grandi metropoli sono torride e soffocanti, non c’è modo di sfuggire alla calura senza un buon condizionatore. Ma quale scegliere? Cosa cercare? E, soprattutto, quali sono i falsi miti sulla climatizzazione che possono fuorviare la nostra decisione? Scopriamolo.

La scelta del climatizzatore

Per prima cosa, la scelta del climatizzatore non deve essere fatta partendo dal prodotto, bensì pensando allo spazio di riferimento. A seconda che si tratti di un loft o un appartamento, di un open space o di un’abitazione con stanze separate, considerando il numero di finestre e il tipo di isolanti, si possono prendere decisioni differenti sulla tipologia di impianto da usare. Il mercato offre una gamma vastissima di prodotti diversi per tipologia e fascia prezzo, quindi è importante tenere a mente, oltre alle dimensioni e alla morfologia dello spazio, anche quale condizionatore offra un rapporto qualità-prezzo soddisfacente. La differenza primaria fra impianti di climatizzazione sta nella tipologia, che può essere fissa o portatile. Nel primo caso, si parla di un vero e proprio impianto progettato per agire in uno spazio ampio: in questo caso si può optare per monosplit o multisplit, un impianto formato da un’unità esterna detta macchina motocondensante e di una o più unità interne, gli split. L’installazione di questo tipo di macchina garantisce una regolazione puntuale dell’ambiente ed implica ovviamente l’intervento di professionisti che dovranno svolgere delle opere murarie per montare la macchina motocondensante all’esterno dell’edificio e collegarla allo split interno.

Il portatile invece si predilige per spazi più limitati, con il vantaggio di avere grande flessibilità nell’utilizzo grazie alla struttura free standing dotata di rotelle che permette di posizionarlo nell’ambiente che si desidera raffrescare all’occorrenza.

Interno con aria condizionata

I falsi miti sulla climatizzazione

È arrivato il momento di sfatare alcuni miti molto diffusi sull’argomento climatizzazione, così da potervi dare tutti gli strumenti per scegliere il prodotto più adatto a voi:

Falso mito n° 1: per ridurre i costi è meglio tenere il climatizzatore sempre acceso.

Al contrario, è opportuno accenderlo solo quando si è in casa e impostare una temperatura pari a circa 6 gradi sotto a quella esterna per un sollievo efficace che non alzi troppo i costi di consumo e soprattutto garantisca un buon equilibrio fra interno ed esterno.

Falso mito n° 2: l’uso del climatizzatore danneggia la salute

Lo scopo del condizionatore è proprio quello di evitare i disagi dati dagli sbalzi di temperatura, soprattutto per chi abita in città umide come Milano dove d’inverno fa molto freddo e d’estate il caldo è torrido. Grazie alla capacità di rinfrescare gli ambienti eliminando al contempo l’umidità in eccesso durante la stagione calda, i climatizzatori sono dei portatori di benessere e sollievo dalle temperature eccessivamente calde (o fredde) e i più moderni sono peraltro progettati per eliminare polveri, pollini e sostanze inquinanti attraverso sistemi di filtrazione sempre più evoluti.

Nella scelta del climatizzatore, pertanto, si devono considerare molteplici aspetti legati ai propri spazi abitativi e alle proprie esigenze, ricordando che ci sono tante opzioni valide che rispondono a bisogni differenti. Infine occhio ai falsi miti, non lasciate che le informazioni che gravitano intorno all’uso del climatizzatore vi influenzino, ma soprattutto rivolgetevi a dei professionisti del settore per decidere ed acquistare in modo informato e consapevole.

Leave a Comment

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]