Arredare lo studio: idee e soluzioni

image

Con il rientro a scuola o al lavoro dopo le vacanze estive, c’è uno spazio all’interno delle nostre abitazioni che riacquista grande importanza e in cui trascorriamo molto più tempo: si tratta della zona studio, che può essere un’area ricavata all’interno di un’altra stanza e adibita a questo scopo, oppure un vero e proprio ambiente a sé stante. L’utilizzo più intensivo di questa zona, che sia per studio o lavoro, potrà implicare una riflessione su un’eventuale ridisposizione degli arredi per rendere la lo studio non solo più funzionale, ma anche più ordinato e piacevole. Ecco qualche spunto:

Creare equilibrio

Lo studio è uno spazio dedicato principalmente a momenti di studio o lavoro, pertanto, nell’arredarlo, si deve considerare uno stile funzionale e ordinato che alimenti la creatività e al contempo stimoli la concentrazione. Questo equilibrio si può ottenere a partire da elementi basici come i colori: per pareti e mobili prediligete toni neutri e naturali, più rilassanti e distensivi; se amate i colori  scuri o vi piacciono le tinte molto sgargianti, scegliete questi toni per piccoli accessori e complementi, sarà il vostro tocco personale.

Un altro utilissimo elemento per completare l’arredo del vostro studio? Disporre qua e là delle piante. Un tocco naturale vi farà sentire a vostro agio anche nei momenti di studio o lavoro più intenso, contribuendo oltretutto all’ossigenazione dell’ambiente.

pexels-photo-439227.jpeg

L’importanza della praticità

Oltre a soddisfare il gusto estetico, lo studio deve essere un ambiente facilmente fruibile e ordinato, confortevole e progettato per incontrare le esigenze di chi ne fruirà. Ciò dipende molto anche dalle sue dimensioni, ma per ovviare a questo particolare problema ci sono moltissime soluzioni salvaspazio che possono trasformare anche l’ambiente più piccolo in una comoda area studio. Per quanto riguarda la disposizione dei mobili, deve essere pensata con due criteri fondamentali: la posizione delle fonti di luce naturale e la libertà di movimento. Nel primo caso si deve fare attenzione alla posizione della finestre e fare in modo che la luce arrivi sempre lateralmente rispetto alla scrivania: usare il computer può essere spiacevole e stancante se la luce arriva frontalmente o da dietro. Importantissima anche l’illuminazione artificiale, la cui disposizione può variare molto in base alla struttura della stanza… la lampada accanto alla scrivania però non può mancare!

office-1078869_1920

Per garantire spazialità al vostro studio, invece, vi basterà scegliere pochi elementi molto funzionali, come una scrivania dotata di pratiche cassettiere dove tenere oggetti di uso quotidiano e documenti importanti, e una libreria modulare divisa in scomparti che occupi la parete più grande a vostra disposizione dove tenere il resto del materiale.

Con questi piccoli accorgimenti e l’aggiunta di un tocco personale con accessori e complementi di vostro gusto, arredare o riarredare il vostro studio sarà più facile, e otterrete uno spazio funzionale che stimolerà al contempo la creatività e il focus sulle vostre attività.

Leave a Comment

NEWS

Tramonto Maldive

Buone vacanze da Sigest!

” A man travels the world over in search of what he needs and returns home to find it.” George Moore, celebre letterato irlandese dello scorso secolo, attraverso questa citazione […]