Editoriali

L’appuntamento bisettimanale con le grandi firme

pexels-photo-195399.jpeg

Comoda, green e smart: gli italiani, la casa, la vogliono così

L’Osservatorio sulla Casa è una indagine Doxa nata con l’obiettivo di monitorare gli stili abitativi degli italiani per fotografare lo stato dell’arte e offrire agli addetti ai lavori informazioni su tendenze e caratteristiche della casa del futuro, secondo le aspettative dei loro abitanti. Lo studio, condotto su un campione di 1500 individui rappresentativo della popolazione italiana, è stato sviluppato a partire dalla definizione di 5 pilastri, ovvero 5 aspetti su cui si concentra l’attenzione quando si parla di “casa ideale”: la casa attenta alla salute, la casa comoda da vivere, la casa che fa risparmiare, la casa rispettosa dell’ambiente e la casa smart.

crane-homes-366561_1920

Architettura oltre i formalismi: intervista a Dante Benini

Abitare il futuro significa anche dargli spazio, non solo progettando delle soluzioni ma delineando delle metodologie che traducano le tendenze in progetti effettivi, e sviluppando dei fondamenti architettonici di qualità che possano riflettersi positivamente sui trend del mercato di oggi e domani. Ecco perché abbiamo intervistato alcuni architetti in grado di fornire queste visioni e saperle raccontare al pubblico. Nell’intervista di oggi parliamo con Dante Benini.

pexels-photo-62402.jpeg

Materiali e luce, performance e sensazioni. Incontro con Marco Piva

Abitare il futuro significa anche saperlo immaginare all’interno di un pensiero organizzato e coerente, che sappia tradurre le tendenze in progetti architettonici di qualità, in grado influenzare il mercato. Ecco perché abbiamo intervistato alcuni architetti in grado di fornire queste visioni e saperle raccontare al pubblico. È il turno di Marco Piva.

Nel suo studio di Milano, l’architetto e designer Marco Piva porta avanti la sua ricerca sui materiali costruttivi ed una progettazione che li sfrutti in modo innovativo, efficiente e strategico.

pexels-photo-175998.jpeg

Real estate regeneration: Sigest racconta Artscape di Tim Jones

Che cos’è la cultura? Esistono senz’altro delle risposte da manuale a questa domanda, a cui si accompagnano le idee che ognuno può avere in mente; si crede tuttavia che anche plasmando e riorganizzando le definizioni più esaustive, rimanga sempre una certezza imprescindibile e immutabile rispetto ai concetti di cultura e arte: hanno entrambe un’accezione intimamente e istintivamente positiva. Qualunque sia la definizione che si vuole dare a questi termini, insomma, è certo che si tratti di qualcosa di molto potente, e tale potenza può essere trasformata anche in carburante per la realizzazione di progetti di urbanistica.

pexels-photo-266044.jpeg

Il futuro è adesso… casting per nuovi professionisti

Se desiderate che il vostro futuro, quello che è già qui, ora, appena fuori dalla porta, e che riguarda le vostre scelte per i prossimi 15 anni della vostra famiglia, sia uno spazio e un tempo non da subire o percepire confusamente dai media, bensì da gestire, allora è bene informarsi o ancora meglio affidarsi a dei buoni interpreti, a coloro che si sono preparati per questo ruolo e che costantemente si aggiornano per svolgerlo al meglio.
home-office-569153_1920

Dall’home office all’home in office

Dall’esperienza maturata su lavori che hanno indagato i più disparati settori produttivi è possibile individuare un comune denominatore, un trend progettuale e abitativo, che supera la inflazionata dicotomia “smart” o “non smart”, evidenziando una traiettoria facilmente leggibile, l'”home in office”.

sigest_fig2_blog_mockuplibro (1)

Il giardino inaspettato – Dare respiro al verde nelle nostre città

L’equilibrio della vita metropolitana moderna si gioca sulla coesistenza di vaste costruzioni e imponenti edifici di cemento, e aree verdi in cui respirare ossigeno.
Per questo motivo la natura è importante: quando il verde è presente dove viviamo e dove abitiamo tutti i giorni, la nostra qualità di vita ne beneficia, poiché è sinonimo di benessere. Ne sono la prova anche le politiche amministrative delle città, sempre più orientate a valorizzare gli spazi verdi; grandi strategie, spesso rallentate dalla macchina della burocrazia e della politica stessa, alla base delle quali senza dubbio vi sono delle idee valide e mirate al benessere dei cittadini.

milan-1507720_1920

L’area metropolitana di Milano: strategie per la città e il Paese

I crescenti processi di urbanizzazione e l’affermarsi di nuovi paradigmi produttivi e di consumo hanno portato ad una rinnovata attenzione alla città, considerata come l’attore principale per dare risposta a molte delle difficoltà che la crisi economica mondiale ha esasperato: dalla riduzione del potere di acquisto delle famiglie alle profonde forme di disagio giovanile; dalla rarefazione della rete di servizi all’ampliarsi delle diseguaglianze sociali, all’acuirsi delle problematiche demografiche (denatalità, invecchiamento, immigrazione…). Perché la città riesca però ad essere una reale e positiva risposta a buona parte delle problematiche esasperate dalla crisi è però indispensabile che sappia coniugare, al suo interno e con la sua area di gravitazione, le tante dimensioni della sostenibilità e tradurle in fattori di sviluppo.

NEWS

Vivere-sotto-Copertura-1

Vivere sotto copertura

Cogliere gli aspetti essenziali delle dinamiche che caratterizzano oggi il settore edilizio e immobiliare è lo spirito con il quale è stato elaborato il testo, pubblicato lo scorso ottobre, a […]