Editoriali

L’appuntamento bisettimanale con le grandi firme

pexels-photo-195399.jpeg

Comoda, green e smart: gli italiani, la casa, la vogliono così

L’Osservatorio sulla Casa è una indagine Doxa nata con l’obiettivo di monitorare gli stili abitativi degli italiani per fotografare lo stato dell’arte e offrire agli addetti ai lavori informazioni su tendenze e caratteristiche della casa del futuro, secondo le aspettative dei loro abitanti. Lo studio, condotto su un campione di 1500 individui rappresentativo della popolazione italiana, è stato sviluppato a partire dalla definizione di 5 pilastri, ovvero 5 aspetti su cui si concentra l’attenzione quando si parla di “casa ideale”: la casa attenta alla salute, la casa comoda da vivere, la casa che fa risparmiare, la casa rispettosa dell’ambiente e la casa smart.

crane-homes-366561_1920

Architettura oltre i formalismi: intervista a Dante Benini

Abitare il futuro significa anche dargli spazio, non solo progettando delle soluzioni ma delineando delle metodologie che traducano le tendenze in progetti effettivi, e sviluppando dei fondamenti architettonici di qualità che possano riflettersi positivamente sui trend del mercato di oggi e domani. Ecco perché abbiamo intervistato alcuni architetti in grado di fornire queste visioni e saperle raccontare al pubblico. Nell’intervista di oggi parliamo con Dante Benini.

pexels-photo-62402.jpeg

Materiali e luce, performance e sensazioni. Incontro con Marco Piva

Abitare il futuro significa anche saperlo immaginare all’interno di un pensiero organizzato e coerente, che sappia tradurre le tendenze in progetti architettonici di qualità, in grado influenzare il mercato. Ecco perché abbiamo intervistato alcuni architetti in grado di fornire queste visioni e saperle raccontare al pubblico. È il turno di Marco Piva.

Nel suo studio di Milano, l’architetto e designer Marco Piva porta avanti la sua ricerca sui materiali costruttivi ed una progettazione che li sfrutti in modo innovativo, efficiente e strategico.

pexels-photo-175998.jpeg

Real estate regeneration: Sigest racconta Artscape di Tim Jones

Che cos’è la cultura? Esistono senz’altro delle risposte da manuale a questa domanda, a cui si accompagnano le idee che ognuno può avere in mente; si crede tuttavia che anche plasmando e riorganizzando le definizioni più esaustive, rimanga sempre una certezza imprescindibile e immutabile rispetto ai concetti di cultura e arte: hanno entrambe un’accezione intimamente e istintivamente positiva. Qualunque sia la definizione che si vuole dare a questi termini, insomma, è certo che si tratti di qualcosa di molto potente, e tale potenza può essere trasformata anche in carburante per la realizzazione di progetti di urbanistica.

pexels-photo-266044.jpeg

Il futuro è adesso… casting per nuovi professionisti

Se desiderate che il vostro futuro, quello che è già qui, ora, appena fuori dalla porta, e che riguarda le vostre scelte per i prossimi 15 anni della vostra famiglia, sia uno spazio e un tempo non da subire o percepire confusamente dai media, bensì da gestire, allora è bene informarsi o ancora meglio affidarsi a dei buoni interpreti, a coloro che si sono preparati per questo ruolo e che costantemente si aggiornano per svolgerlo al meglio.
home-office-569153_1920

Dall’home office all’home in office

Dall’esperienza maturata su lavori che hanno indagato i più disparati settori produttivi è possibile individuare un comune denominatore, un trend progettuale e abitativo, che supera la inflazionata dicotomia “smart” o “non smart”, evidenziando una traiettoria facilmente leggibile, l'”home in office”.

sigest_fig2_blog_mockuplibro (1)

Il giardino inaspettato – Dare respiro al verde nelle nostre città

L’equilibrio della vita metropolitana moderna si gioca sulla coesistenza di vaste costruzioni e imponenti edifici di cemento, e aree verdi in cui respirare ossigeno.
Per questo motivo la natura è importante: quando il verde è presente dove viviamo e dove abitiamo tutti i giorni, la nostra qualità di vita ne beneficia, poiché è sinonimo di benessere. Ne sono la prova anche le politiche amministrative delle città, sempre più orientate a valorizzare gli spazi verdi; grandi strategie, spesso rallentate dalla macchina della burocrazia e della politica stessa, alla base delle quali senza dubbio vi sono delle idee valide e mirate al benessere dei cittadini.

milan-1507720_1920

L’area metropolitana di Milano: strategie per la città e il Paese

I crescenti processi di urbanizzazione e l’affermarsi di nuovi paradigmi produttivi e di consumo hanno portato ad una rinnovata attenzione alla città, considerata come l’attore principale per dare risposta a molte delle difficoltà che la crisi economica mondiale ha esasperato: dalla riduzione del potere di acquisto delle famiglie alle profonde forme di disagio giovanile; dalla rarefazione della rete di servizi all’ampliarsi delle diseguaglianze sociali, all’acuirsi delle problematiche demografiche (denatalità, invecchiamento, immigrazione…). Perché la città riesca però ad essere una reale e positiva risposta a buona parte delle problematiche esasperate dalla crisi è però indispensabile che sappia coniugare, al suo interno e con la sua area di gravitazione, le tante dimensioni della sostenibilità e tradurle in fattori di sviluppo.

NEWS

Milano

Milano vista da fuori il punto di vista del Times

Milano oggi, in questo 2018 che inizia, appare più compatta, evidenza che ciascuna scelta è sempre frutto di un lavoro di pesi e contrappesi. Questa consapevolezza comincia finalmente a diffondersi […]
163112306-f3287a0c-fb13-4280-9c1e-5fd0341c4611

La nuova vita di Expo

Expo è stato uno dei più importanti eventi ospitati sul suolo italiano negli ultimi anni ed ora, a due anni dalla sua chiusura, l’area su cui è sorto è pronta […]