Miracoli di colore: gli accorgimenti per affittare il tuo immobile più facilmente

Scegliere la giusta cromia per gli spazi dell’appartamento che si intende affittare è una strategia utile per semplificare la ricerca di un inquilino, facendolo letteralmente innamorare dei nostri interni. I colori evocano sensazioni molto personali, e sono capaci di influenzare la percezione di un ambiente in modo decisivo: per questo è importante creare il giusto comfort abitativo, giocando con le sfumature, i contrasti e le nuance giuste.
design-240742_1920

Scegliere la giusta cromia per gli spazi dell’appartamento che si intende affittare è una strategia utile per semplificare la ricerca di un inquilino, facendolo letteralmente innamorare dei nostri interni. I colori evocano sensazioni molto personali, e sono capaci di influenzare la percezione di un ambiente in modo decisivo: per questo è importante creare il giusto comfort abitativo, giocando con le sfumature, i contrasti e le nuance giuste.

Da dove iniziare

La scelta della tonalità cromatica da dare agli ambienti non va lasciata al caso, ma è da decidere tenendo conto della planimetria, della quantità di luce che entra dalle finestre e dagli arredi presenti (o futuri), tutti elementi che influenzano in maniera decisiva la percezione dello spazio. Non vi sono regole predefinite, ma solo alcuni consigli che possono essere applicati a livello generale negli ambienti principali: in bagno si cerca di ricreare un’atmosfera rilassante, l’ingresso trasmette un senso di accoglienza, mentre l’armonia è una caratteristica che spesso si riscontra in salotto.

I toni neutri

doorway-690338_1280

Se non avete intenzione di caratterizzare l’home staging con i colori forti, ci sono molte alternative che fanno al caso vostro: i toni neutri, infatti, sono garanzia di stile ed eleganza, e possono diventare la base cromatica per ogni ambiente da affittare, grazie alla facilità con cui possono essere combinati ad altri colori. Un esempio: all’interno della categoria di grigi chiari, più tenui e polverosi, ci sono colori come il bianco vaniglia, o il color burro, oppure ancora le tonalità più chiare di ocra e giallo paglierino. Oltre ad essere di moda, questi colori sono decisamente adatti ad arredare ambienti accoglienti e non troppo grandi, e trasmettono notevole tranquillità, oltre che essere molto versatili per andare incontro all’esigenza di più potenziali inquilini.

I toni più accesi

colorful-1340664_1920

Se invece preferite le tinte più accese, ricordate di fare attenzione all’effetto che hanno all’interno dell’ambiente domestico: si tratta di colori che vanno combinati con attenzione, per evitare che creino squilibrio, e per non sopraffare gli altri elementi circostanti. Il colore giallo, ad esempio, è corposo, vibrante, e porta con sé una carica energetica fra le maggiori, se paragonato alle altre colorazioni vive; è capace di creare dinamismo e di dare luminosità all’ambiente, se il locale che affittate ne è carente. Se la trovate una tinta irrinunciabile, ci vuole poco perché sia presente all’interno del vostro appartamento senza che però sia troppo invasiva e crei disagio nell’inquilino. Basta anche un cuscino sul divano per cambiare volto al salotto, che inoltre si sposa bene con le tinte del grigio e con i colori naturali come il beige, il corda, il legno chiaro. E se non è un cuscino, un complemento d’arredo aggiunto in modo intelligente può una buona idea, come un pouf, un tavolino, una stampa, addirittura una o più sedie, fino ad arrivare a colorare un’intera parete.

 

Il colore che vi ispira di più è un ottimo punto di partenza, se volete sia protagonista dell’appartamento che volete affittare. Tenete sempre a mente di farvi guidare dalla razionalità nell’utilizzarlo, ma soprattutto, non abbiate paura di sperimentare. Magari sarete voi ad innamorarvi del vostro stesso appartamento.

Leave a Comment

NEWS

05_milano_nuove_architetture

Archistar a Milano firmano nuovi edifici gioiello

Negli ultimi anni, Milano è stata al centro di una straordinaria rivoluzione dal punto di vista architettonico, con un fortissimo slancio verso la modernità di cui i grattacieli di Porta […]
contrato-compraventa-vivienda1

Legge sulla concorrenza nel mercato immobiliare

Lo scorso 29 agosto è entrata in vigore la legge concorrenza (la n.124/2017) che si inserisce nelle trattative di compravendita immobiliare con un’opzione che potenzialmente potrebbe mettere in difficoltà soprattutto […]